HOME :: L'ORDINE

ORDINE TSRM-PSTRP di PAVIA

L'ORDINE

CONSIGLIO DIRETTIVO   COLLEGIO REVISORI DEI CONTI
PRESIDENTE: Luigi Cei   PRESIDENTE: Sabrina Grigoletto
VICEPRESIDENTE: Calogero Nugara   REVISORE: Monica Borrione
SEGRETARIO: Lorenzo Spagnolo   REVISORE: Elisa Marcolongo
TESORIERE: Daniele Travaini   SUPPLENTE: Daniela Terranova
CONSIGLIERE: Antonio Spinillo    
CONSIGLIERE: Tiziano Piva    
CONSIGLIERE: Luca Caffù  

Che cos'è l'Ordine professionale

L’Ordine TSRM e PSTRP è un Ente di diritto Pubblico sussidiario dello Stato, ed è stato istituito con la legge 3/2018, è uno degli 8 Ordini professionali che rappresentano le 30 professioni sanitarie.
L’Ordine TSMR e PSTRP contiene al suo interno 19 professioni, ognuna rappresentata con un ALBO ed è il più grande interprofessionale.

FUNZIONI

L’Ordine è pertanto chiamato a tutelare la professione, l’esercizio professionale, vigila affinché nell’esercizio della professione vengano rispettate le norme deontologiche. L’Albo Professionale inoltre è uno strumento con cui l’Autorità Giudiziaria e quella Amministrativa possono identificare coloro che esercitano una determinata professione per vigilare sulla loro attività a tutela della salute pubblica, applicando eventuali sanzioni cui possono andare incontro.
La F.N. Ordini dei T.S.R.M. e P.S.T.R.P. attualmente comprende 61 Ordini provinciali e interprovinciali, per un totale di 28.000 Tecnici Sanitari di Radiologia Medica e da circa 200.000 professionisti degli altri albi.
L’Ordine è tenuto a tutelare i cittadini: esercita il potere di disciplina, contrasta l’abusivismo, vigila sul rispetto del Codice Deontologico, favorisce la crescita culturale degli iscritti, garantisce l’informazione.

Tutta l’attività è sovvenzionata dalle quote degli iscritti, che ogni Ordine stabilisce in rapporto alle spese di gestione della sede, ai programmi da perseguire, e alla quota da versare alla Federazione per finanziare le iniziative centrali. L’organo di governo dell’Ordine è il Consiglio direttivo, che si rinnova ogni triennio attraverso una consultazione elettorale di tutti gli iscritti.
Ogni Consiglio Direttivo distribuisce al proprio interno le cariche di presidente, vicepresidente, segretario e tesoriere.
Il presidente ha la rappresentanza dell’Ordine provinciale ed è membro di diritto del Consiglio Nazionale.